Copywriting

CHE COS’È IL SEO COPYWRITING?

 

Quando dico alle persone che sono una SEO copywriter, o che faccio SEO copywriting, pensano sempre che mi occupi dei diritti legali di canzoni, di immagini o di che so io; che la parola SEO sia forse un colpo di tosse, oppure mi guardano con quello sguardo confuso e interrogativo che sottintende un mega “cioeeeeeè?”. Per questo ho trovato giusto aprire il blog “Cose da copywriter” con un primo articolo che spieghi innanzitutto che cos’è il copywriting e che cosa si intende dire quando parliamo di SEO copywriting.

Il copywriting è scrittura, scrittura per il marketing. Nasce nel XIX secolo, nelle redazioni giornalistiche, riferendosi a chi si occupava di creare testi persuasivi per gli annunci pubblicitari. Ma con l’avvento del digital marketing, anche la figura del copywriter si è adattata al mondo online. E considerando che siamo su un blog che tratta di argomenti che riguardano il mondo del web marketing, quando si parla di copywriting, o sarebbe meglio dire web writing, si intende la scrittura per il web. Per il web marketing. E quando si parla di SEO copywriting, si intende la scrittura per il web con attenzione particolare alle tecniche SEO per ottimizzare i siti online.

Un web copywriter scrive e crea testi per siti personali o aziendali, blog, siti e-commerce, social network ecc. Dà una voce al prodotto che si vende, al servizio che si offre, all’azienda o al professionista che vuole comunicare e coinvolgere l’utente. E lo fa scrivendo, tenendo conto, se è anche un SEO copywriter, oltre che di una buona grammatica, anche di alcune tecniche SEO (sigla che sta per Search Engine Optimization, ovvero l’Ottimizzazione per i Motori di Ricerca) che permettono, o meglio, aiutano, a posizionare un sito nella prima pagina dei risultati dei motori di ricerca (la prima pagina di Google per intenderci).

Google (e di conseguenza gli altri motori di ricerca) ha sempre l’obiettivo di soddisfare l’utente. E se l’utente si sente soddisfatto quando trova un sito che risponde in maniera esaustiva alle sue richieste o risolve un suo problema, allora Google è contento, perché l’utente è contento. E quindi Google decide di premiare quel sito portandolo più in alto nei risultati di ricerca, per essere trovato prima anche da altri utenti. Per questo i contenuti sono diventati così importanti. Per questo i contenuti scritti sono diventati essenziali per farsi trovare su Google.

Ma scrivere non è una cosa semplice. Specialmente, scrivere per il web, per il web marketing. Non lo possono fare tutti. È necessario saper scrivere (e fin qui…); saper fare ricerca; conoscere le tecniche SEO (almeno quelle base, come saper usare gli strumenti di ricerca keyword che siano attinenti all’argomento di cui si sta parlando); saper comunicare, utilizzando il giusto tone of voice (così si dice: il tono di voce) e saper comprendere quello che il target di riferimento cerca, desidera e vuole; capire come il target parla e comunica.

Nel copywriting c’è la scrittura, la comunicazione, la persuasione e la psicologia. Per questo, essendo io un’amante di tutte queste cose, amo questo lavoro. Perché se non ci fosse il web copywriting, le persone non potrebbero comprendere a pieno la morbidezza del tessuto di un abito in seta o il gusto paradisiaco di un dolce al mascarpone.

E se pensiamo alle frasi copy che hanno fatto la storia, come “Che mondo sarebbe senza…” oppure “Per tutto il resto c’è…” o ancora “Se non ti lecchi le dita, godi solo a metà”; senza queste frasi, questi brand non sarebbero così forti nell’immaginario popolare e non sarebbe così semplice per tutti noi capire a che brand appartengono.

Ovviamente il SEO copywriter è un supporto per il sito; non è tutto, è una parte del tutto. Ma nel mondo digitale di oggi, dove il contenuto è la regina e la community il re, la sua presenza è essenziale.

Per cui… Armatevi di penne e tastiere, digital people, e fate largo ai web writer 😉

 

Tags: